(+39) 3407851320

Via del Casale Fainelli, 00157 Roma (RM)

©2020 di Self Brand. Creato con Wix.com

 
  • selfbrand4

Digital Reputation: perché mostrare sempre il profilo migliore?

Sicuramente sarà capitato di sentire parlare di reputazione digitale. Questo termine indica l’immagine che ognuno si costruisce sulla rete, tramite le condivisioni di materiale e discussioni su forum, blog e sui Social Network. Come nella vita reale, ognuno di noi ha una reputazione. Buona o cattiva che sia. Essa condiziona la qualità e la modalità delle relazioni di coloro con cui interagiamo. Ogni gesto contribuisce alla nostra reputazione. Quindi tutto ciò che si pubblica sui social è molto importante. E soprattutto è visibile ai Recruiter, ai responsabili HR, ai datori di lavoro. Questo significa che, ogni volta che si invia un curriculum per un’offerta, è molto probabile che il selezionatore faccia una ricerca sui principali Social Network: Facebook, LinkedIn, Twitter, Instagram.

Quindi bisogna monitorare ciò che si pubblica, attenzionando il livello di privacy dei diversi account (ovvero chi può vedere cosa). Il consiglio più indicato è il seguente: gestire continuamente e in modo corretto il profilo LinkedIn, partecipando attivamente alle discussioni e creando un network funzionale a mettere in risalto le competenze professionali. La parte più importante del profilo è ovviamente quella che fa riferimento alle esperienze lavorative, ma non bisogna tralasciare di segnalare i premi, i riconoscimenti e i progetti portanti avanti nella carriera, nonché le attitudini personali. Per non vanificare quanto detto finora, è importante ricordare che spesso i primi risultati che si ottengono ricercando qualcuno su Google fanno riferimento a Facebook, luogo dove è fin troppo facile arrivare all'eccesso e trapassare determinati limiti. Quindi bisogna prestare attenzione ad elementi come la foto profilo e le informazioni personali. Ovviamente i recruiter sono consapevoli del carattere ricreativo di Facebook, ma la presenza di post dal contenuto di cattivo gusto potrebbero sfavorire una possibile collaborazione lavorativa. Un Recruiter su tre ammette infatti di aver scartato un curriculum ritenuto valido dopo aver visto i contenuti pubblicati online dal candidato.

Dunque, come comportarsi dunque sui Social?

Ecco qualche consiglio:

- Aggiornare i profili : il profilo deve essere completo di informazioni. Per ampliare la rete dei contatti è utile controllare chi ha consultato il nostro profilo.

- Curare la foto profilo : è la prima cosa che appare quando viene visualizzata la nostra pagina, deve trasmettere professionalità! Evitiamo foto fuori luogo e in contesti inadeguati.

- Controllare

la propria attività sul web: digitando il proprio nome sul web è possibile cancellare vecchi account ed eliminare contenuti passati che potrebbero rovinare la reputazione.

- Seguire i profili delle aziende di nostro interesse: in molti utilizzano i social network per cercare personale, è quindi, consigliabile seguire i profili delle attività che ci interessano.






9 visualizzazioni