(+39) 3407851320

Via del Casale Fainelli, 00157 Roma (RM)

©2020 di Self Brand. Creato con Wix.com

 
  • selfbrand4

Personal branding: questo sconosciuto!

"Chi sono? Dove sono? Cosa faccio? Perché lo faccio?" Non sono semplici domande filosofiche utili riflettere sul significato dell’esistenza, ma una traccia ben visibile da seguire quando pensiamo allo sviluppo del nostro Personal Brand. Ma, utilizzando questo termine, cosa si vuol intendere? La risposta è semplicissima: il Personal Brand è la ragione per cui un cliente, un datore di lavoro o un partner vi sceglie. Quindi il Personal Branding è il processo per identificarla, coltivarla e comunicarla nella maniera più efficace possibile. Fare Personal Branding significa impostare una strategia per individuare o definire i vostri punti di forza, ovvero ciò che vi rende unici e differenti rispetto ai vostri concorrenti e comunicare in maniera efficace cosa sapete fare, come lo sapete fare, quali benefici potreste portare e perché gli altri dovrebbero scegliervi. Se si vuole emergere in campo professionale è necessario puntare sul proprio asset principale: se stessi! Vuol dire “farsi comprare” in anticipo, attrarre più opportunità congruenti rispetto a quello che si sa fare meglio. Non c’entra con il “vendere meglio se stessi“, dando un’immagine falsa di sé o facendo percepire un valore aggiunto che in realtà non c’è. Vendere richiede molto tempo e implica un alto tasso di fallimento. Molto meglio spiegare con chiarezza la ragione per cui dovremmo essere scelti e fare in modo che siano gli altri a cercarci! Le strategie di branding valide per una qualsiasi azienda sono, dunque, valide anche per i singoli individui. Dalle parole riportate si intuisce quindi l’importanza del "self-packaging" della presentazione di voi stessi come un prodotto da scegliere perché migliore degli altri, e questo vale tanto per il nuovo imprenditore che vuole promuovere la sua piccola società o startup strettamente legata al suo nome quanto al giovane che punta a trovare lavoro e a costruirsi una carriera. Ma da dove partire per sviluppare un brand personale vincente? Prima di tutto, per quanto scontato possa sembrare, è necessario capire cosa si voglia davvero fare nella vita, quale sia la passione che vi guida e prenderla come punto di partenza; costruire la propria immagine solo perché va fatto non porta da nessuna parte. Inoltre, è consigliabile scegliere un ruolo o un’attività in cui siate in grado di tenere testa ai potenziali concorrenti, dovete risultare esperti in un determinato campo. Una volta scelta la strada, arriva il momento di percorrerla dando forma alla propria immagine. Questa fase consiste nella creazione e nella cura di tutti canali comunicativi tramite cui, chiunque fosse interessato, può farsi un’idea su di voi. Quindi è necessario curare il curriculum, il portfolio web e cartaceo, l'indirizzo email, i biglietti da visita e i diversi profili social: Facebook, LinkedIn, Twitter, ecc. Perché questa multiforme vetrina possa riportare una versione fedele e coerente di voi, è necessario fare in modo che tutti i canali seguano lo stesso "dress code", che non deve essere inteso come un codice estetico in senso stretto, ma allargato all’insieme di valori e messaggi che si vuole comunicare. Il vero lavoro inizia quando il vostro marchio è pronto. È giunto il momento di scendere in pista e dare il via alla promozione del brand. Si tratta, però, di un lavoro che richiede tempo, fatica e, per non perdere quanto conquistato, anche una certa manutenzione. L’aggiornamento costante della propria immagine professionale e un monitoraggio attento delle opinioni altrui sono elementi fondamentali per rimanere al passo e continuare a crescere.



10 visualizzazioni